TUTTO SU CAVA

... la mia città

Le date della storia di Cava

Gli eventi caratterizzanti della storia della Città:

Leggi tutto...

Cava ieri e oggi nelle foto e nelle cartoline

La nostra città, di origine romane e che vide un periodo di ricchezza economica e commerciale  nel medioevo, conserva ancora oggi numerose testimonianze artistiche e storiche che il tempo e l’incuria degli uomini potrebbero non far conoscere alle prossime generazioni.
Scopo di questa pagina è evidenziare una breve frammento delle bellezze architettoniche e naturalistiche che il nostro territorio custodisce per farle conoscere e preservarle. 

Leggi tutto...

Cava libri ( da Google libri)

Qui puoi trovare i collegamenti di vecchi libri e pubblicazioni su Cava de' Tirreni:

Leggi tutto...

Il racconto di tre ragazze al Borgo: Stella, Linda e Simona

Rollerblade«Allacciati i rollerblade?».
Si parte per una fantastica passeggiata lungo Corso Umberto I! Il sole è ormai alto nel cielo e i suoi raggi illuminano flebilmente i portici cavensi che si ereggono ai due lati della strada. Quest'ultimi hanno origini molto antiche,essi sono nati nel 1400 per proteggere i mercanti dalle intemperie nei giorni di mercato. Le botteghe di un tempo si sono trasformate, ormai, nei negozi più “in" della città dove si può trovare tutto il necessario. Dopo un centinaio di metri dall’ inizio del Corso il paesaggio cambia completamente e ci immergiamo in un mondo medioevale.

Leggi tutto...

Sapevate che...

Particolarmente curiosa è la lapide collocata lungo le rampe che collegano il sagrato della Badia al Corpo di Cava, che tramanda ai posteri un fatto avvenuto circa 500 anni fa: l'istituzione della diocesi autonoma di Cava, con il territorio di Cava e Vietri sotratto alla giurisdizione della Badia. Eccone la traduzione: Questa lapide indica e determina la minima parte del territorio una volta grande assegnato dalla benevolenza del Pontefice all'antichissimo Cenobio di Cava. Viandante, non meravigliarti dell'una e dell'altra diminuzione. Perire è legge per tutti i mortali, non pena. Tu misura dall'unghia il leone. Va' sano.

lapide badia2


Dalla rivista illustrata Poliorama pittoresco, pubblicata a Napoli nell'anno 1857, il giornalista Ippolito Certain, viene riportata la cronaca del viaggio inaugurale del tratto ferroviario Nocera – Cava de' Tirreni, con data 31.7.1857. La ferrovia era stata richiesta al reFerdinando II già nel 1848 per raggiungere piu' agevolmente Napoli. Lo stesso re, giunto a Nocera dalla reggia di Quisisana, inauguro' la linea ferroviaria il 1° aprile 1857. La gestione fu affidata alla società Bayard de la Vingtrie, che costruiva e gestiva le strade ferrate e i viaggi riguardavano essenzialmente merci e trasporto di animali. 


Cava de' Tirreni fu la prima Città dell' Italia meridionale che nel 1893 ebbe l'illuminazione elettrica. 


La prima scuola media superiore non tenuta da preti o da privati fu il ginnasio Giosue' Carducci nel 1873.

 

Leggi tutto...

Sei qui: Prima Pagina